- MENU -
HOME

Biografia

Ennia Pallini "Margherita"

Galleria Fotografica

Art Gallery

Mondo Piccolo

Bibliografia

Galleria Internazionale Copertine

Brescello

Guareschi

Biografia

1955-1957: Roncole - la libertà

4 luglio 1955: Guareschi esce dal carcere dopo 409 giorni. Il resto della pena lo sconta in libertà vigilata.  

Riprende a dirigere il Candido collaborando con scritti e disegni.

26 gennaio 1956: termina la libertà vigilata. Inizia una campagna di stampa disinformativa: si tende a far credere alla gente che il processo "abbia dimostrato l'innocenza di De Gasperi e la colpevolezza di Guareschi" e che quest'ultimo sia stato condannato "in seguito alla raggiunta prova del falso".

27 settembre 1957: Guareschi apre un piccolo caffè a Roncole, di fianco alla casa natale di Giuseppe Verdi. Il progetto e l'arredamento sono frutto della sua passione per i lavori manuali e l'edilizia.

10 novembre: lascia la direzione del Candido continuando però a collaborare con articoli e disegni.

Nel dicembre del 1957 cedo la direzione di Candido e rimango semplice collaboratore.
Per ragioni di carattere tecnico, ho lasciato il mio posto di capotreno per prendere quello di fuochista. Ciò non cambia niente perchè continuo a viaggiare sempre a bordo dello stesso identico treno marciante sul binario che da A porta a B.

 

Precedente - Successiva

 

 

 

 

Roncole Verdi, luglio 1955: Guareschi finalmente "libero" nel soggiorno di casa

Vignetta medaglia al valor civile

Vignetta il "carcere delle Roncole"